Uluç Alì. Il calabrese che comandò contro i cristiani la flotta turca a Lepanto

Uluç Alì. Il calabrese che comandò contro i cristiani la flotta turca a Lepanto

       Tra il 1570 e il 1573, la Repubblica di Venezia e l’Impero ottomano si scontrarono per il predominio navale nel Mediterraneo orientale combattendosi in un conflitto passato alla storia come Guerra di Cipro. Gli ottomani uscirono vittoriosi dalla guerra, riuscendo a riconquistare l’isola contesa, ma la Cristianità – riunitasi in soccorso dei veneziani sotto le insegne papali nella costituita Lega Santa – strappò ai musulmani la supremazia navale nel Mediterraneo a seguito e in ragione dell’esito di una importante battaglia che fu combattuta a largo delle coste della Grecia occidentale: la battaglia di Lepanto del 7 Ottobre 1571.

       La Lega Santa fu fortemente voluta da Papa Pio V il quale, con il pretesto di soccorrere Venezia che era pericolosamente minacciata dai musulmani, riuscì a riunire le forze cristiane sotto un unico stendardo promuovendo lo spirito di Crociata che avrebbe dovuto alimentare l’impresa militare contro i turchi. Lo stendardo che fu scelto era un drappo di damasco rosso su cui era stato raffigurato un Crocifisso posto tra Pietro e Paolo. Alla Lega Santa aderirono: La Repubblica di Venezia; i Regni di Napoli e di Sicilia in nome e per conto dell’Impero Spagnolo; la Repubblica di Genova; il Ducato di Savoia; il Ducato di Urbino; il Granducato di Toscana; i cavalieri di Malta; lo Stato Pontificio, naturalmente.

        La flotta cristiana riportò una schiacciante vittoria sui turchi e il Papa volle attribuire il successo della Lega Santa all’intercessione della Vergine Maria che i marinai avevano invocato recitando il Rosario prima della battaglia. Pio V decise, dunque, di dedicare il giorno 7 Ottobre a Nostra Signora della Vittoria, festività che in seguito – per decisione del papa Gregorio XIII – fu dedicata a Nostra Signora del Rosario, in occasione dell’anniversario della battaglia.

        Nonostante la gloriosa vittoria cristiana, i veneziani persero Cipro nel 1573 e furono costretti a firmare un trattato di pace con l’Impero ottomano che non aveva troppo sofferto per i fatti di Lepanto, tanto che il sultano,